giovedì 4 novembre 2010

Caso Cassano: Garrone non perdona il talento barese




Dopo aver consegnato un "Tapiro d'Oro" ad Antonio Cassano, la redazione di Striscia la Notizia ne ha assegnato uno anche al presidente doriano Garrone. Il tapiro presidenziale, però, presenta una variante: è fornito di un ramoscello d'ulivo. Chiara allusione alla possibile riappacificazione con il talento barese, in seguito alla ormai nota sfuriata del calciatore verso il presidente.

Tuttavia Garrone si mostra irremovibile: "Ha avuto uno scatto d'ira e credo fosse così infuocato da non ricordarsi precisamente cosa mi ha detto, ma vi dico che erano insulti pesanti è stato troppo grave - dichiara Garrone ai microfoni del tg satirico -. Ha usato parole molto dure. Teniamo conto di quel che ho fatto per lui. Antonio riconosceva solo la mia autorità, nient'altro. Aveva ragione Del Neri: un giorno presidente lo farà anche con lei".  


Infine, il presidente della Sampdoria, mi mostra molto rammaricato per quello che si configura come un triste epilogo dell'avventura genovese di Antonio Cassano: "Antonio con noi ha recuperato moltissimo, era quasi arrivato ad essere un ragazzo normale. In fondo è buono ma quando gli scatta... Il mio rammarico è che con noi stava bene ma nessun sampdoriano mi ha chiesto di far pace".


(fonte: calciomercato.com)
Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento