venerdì 31 dicembre 2010

Maradona commenta il suo 2010: "Anno duro, nel 2011 ripartirò per una nuova tappa"


"E' stato un anno duro, non abbiamo ottenuto ciò che volevamo in Sudafrica. Volevamo vincere i Mondiali e non lo abbiamo fatto. E questo ci ha fatto male. In ogni caso, la mia avventura in Nazionale è stata positiva: non ho avuto nessun problema con nessun giocatore", con queste parole Diego Armando Maradona traccia il bilancio del suo 2010. Un anno duro, segnato dalla delusione sudafricana dove la selezione argentina guidata da Maradona partiva con i favori del pronostico, ma è poi stata eliminata per mano di una sorprendente Germania.




Tuttavia, il pugnace Maradona non si lascia abbattere da una delusione ed è già pronto a ripartire il prossimo anno per una nuova avventura: "E' stato un anno duro. Ma nel 2011 ripartirò da una nuova tappa", possibilmente "non lontana dalla famiglia. Se non ci riusciremo, andremo a cercare lavoro da un'altra parte". Magari proprio in Europa dove Maradona vanta numerosi estimatori, in particolare nella Premier League dove di recente è stato accostato alla panchina dell'Aston Villa prima e del Blackburn poi.


Alle parole del numero uno della federazione argentina, Julio Grondona, che ha definito Messi il miglior numero dieci in assoluto della nazionale argentina, Maradona preferisce non replicare: "Non considero le parole di Grondona come un attacco nei miei confronti - afferma Maradona-. D'altra parte, sono stato proprio io a dare il numero 10 a Messi. Questo è l'unico caso in cui potrei essere d'accordo con Grondona". 

fonte: Napolisport.net 

Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento