lunedì 20 febbraio 2012

Napoli - Chelsea, Mazzarri punta sull'entusiasmo del San Paolo: «Sarà una bolgia»



Alla vigilia della sfida più importante della stagione per il Napoli di Mazzarri, il tecnico toscano in conferenza stampa punta sullo straripante entusiasmo della tifoseria partenopea. L'effetto "San Paolo" tra le armi da usare per stordire i campioni londinesi del Chelsea: «Domani sera il San Paolo sarà una bolgia. Gli stimoli che hanno i nostri tifosi sono eccezionali, loro sono i migliori d'Europa. Per noi questo sarà un vantaggio anche per i giocatori». 


In ogni caso, l'allenatore del Napoli invita a prendere la difficile sfida, nonostante il momento tutt'altro che felice del team inglese, con le dovute cautele. Il Chelsea è squadra esperta e blasonata. «Siamo contenti di essere arrivati a questo punto della Champions, due partite di questo livello, contro una squadra esperta come il Chelsea, che ha un grande blasone e ha grande esperienza. Sentire dire che siamo i favoriti ci fa essere orgogliosi, ma anche coscienti delle insidie che può riservare questa doppia sfida soprattutto contro una squadra che ha grandi talenti. I miei ragazzi che per fare qualcosa di sorprendente non bisognerà sbagliare niente. Da chi mi aspetto di più? Non punto sui singoli, ma sulla squadra che deve interpretare meglio la gara. La mia squalifica? In panchina ci sarà Frustalupi, che dal punto di vista tattico forse è anche più bravo di me, sono molto tranquillo. Domani sera valuteremo dove è arrivato il nostro processo di crescita. Emozione? No, per un allenatore come me è uguale preparare la sfida con il Chelsea come quella con il Chievo. E' chiaro che in occasioni così serve un Napoli perfetto per arrivare al risultato. Sarebbe molto importante non prendere gol e magari farne uno o più di uno». 


Domani infine, afferma Walter Mazzarri, verrano sciolti gli ultimi dubbi riguardo l'undici che scenderà in campo al cospetto dei Blues. A destare le maggiori preoccupazioni sono le condizioni di Campagnaro, che lasciò anzitempo il terreno di gioco in quel di Firenze. Pronto a scendere in campo, a coronamento di un percorso iniziato in serie C, Gianluca Grava: «Campagnaro? Verificheremo nell'allenamento di rifinitura come sta, poi deciderò chi giocherà. Comunque sia lui che Grava offrono ampie garanzie. Centrocampo? Inler, Gargano e Dzemaili stanno giocando su buoni livelli, chiunque giocherà darà il massimo per la squadra». 

Reazioni:

0 commenti:

Posta un commento